Per vivere meglio bisogna praticare il ‘nexting’: ecco cosa devi fare

 

Si definisce nexting l’attitudine di prepararsi agli eventi della vita in modo positivo. Essere ottimista, ripetersi “tutto andrà bene”, ci aiuta a vivere meglio.

 Ovviamente il nexting non basta!

I dati di una ricerca affermano che il nexting ha un’influenza nel raggiungimento di un obiettivo solo pari al 14 per cento. La restante parte dipende dal colore della lente con la quale guardiamo il mondo, dal  nostro approccio alle difficoltà della vita, dalla nostra  percezione, dal fato o dal credo e soprattutto dagli incontri che facciamo.

Michel Lejoyeux, autorità nel campo della psicologia cognitiva francese e nei disturbi d’umore, ritiene però che questo 14 per cento ha un ruolo fondamentale affinchè gli altri possano attivarsi ed esprimersi e ci suggerisce una serie di esercizi pratici per guardare la vita dal cosiddetto “bicchiere mezzo pieno”!

“Il nostro cervello – dice – è la migliore arma contro la depressione di cui disponiamo. Questo organo trabocca di energia, basta che impariamo a lavorare bene con lui e ad allenarlo per stare sempre meglio. Nel nostro cranio custodiamo una formidabile macchina del buonumore. Il problema è che ci è stata fornita senza il manuale di istruzioni”.

Ecco alcuni esercizi che ci aiutano ad  “apprendere”e praticare il nexting:

 

– proteggiti dalle negatività (inibisci l’ esposizione alle cattive notizie e seleziona i fatti e le persone a cui dare importanza);

–  aumenta la tua affidabilità, questo migliorerà i rapporti con gli altri, che si tratti di  relazioni amorose, amicali o professionali;

– cambia approccio alle difficoltà (non chiederti perché è successa una determinata cosa, non scavare in profondità per definirla, piuttosto decifrarla e fronteggiarla);

– modifica la routine e gli schemi mentali;

non sovraccaricare la memoria con notizie che puoi tranquillamente scrivere su un taccuino o su un tablet;

inserisci nella dieta alimenti ricchi di omega3  e vitamina D che lavorano riducendo lo stress e gli stati depressivi;

fai passeggiate nella natura o al mare;

leggi un buon libro, guarda un film… viaggia più spesso;

– cerca di essere più onesto con te stesso e più  assertivo con gli altri;

evita di scusarti per come sei (se ti accetti per come sei nel bene e nel male, agirai facendo coincidere quello che fai con quello dici);

frequenta persone “leggere”;

fai l’amore con il tuo partner, gli effetti benefici del sesso durano ben 48 ore;

– pratica una respirazione lenta e consapevole imparerai a conoscere meglio il tuo corpo;

– sii gentile;

– fai “buone azioni”;

– sorridi;

– scrivi e pronuncia  la parolina grazie, ringraziare la vita, gli amici, i familiari e le persone a cui si vuole bene e che vogliono il tuo bene “mette in circolo il tuo amore”!