Premio ‘Napoli c’è’, ideato da Rosario Bianco: al teatro Acacia riconoscimenti alle eccellenze campane – VIDEO

Tredicesima edizione per il Premio Napoli c’è, ideato da Rosario Bianco, assegnato ogni anno da l’Espresso napoletano a coloro che si siano adoperati, a Napoli e più in generale in Campania, attraverso la loro opera personale o associativa, nella promozione dei valori di cultura, legalità, solidarietà, valori che la rivista si impegna ogni mese a diffondere.

 

La serata di premiazione di ieri 27 novembre al teatro Teatro Acacia di Napoli, presentata da Gino Rivieccio e Veronica Maya, ha riservato particolare attenzione puntata al mondo della cultura, volano di sviluppo, e sul ricchissimo patrimonio artistico della Campania, che attraverso una gestione oculata sta portando ad una sensibile rinascita, con flussi di turisti che affollano in ogni periodo dell’anno la regione e in modo particolare la città di Napoli. Al centro ancora una volta anche la solidarietà, l’impegno e la passione nello svolgimento della professione, l’attenzione ai giovani e ai percorsi che è possibile offrire per la loro crescita.

Alla premiazione hanno preso parte l’arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe, il sindaco Luigi de Magistris, il sostituto procuratore Catello Maresca, il procuratore generale della Repubblica Luigi Riello, Franco Roberti, già procuratore antiterrorismo e antimafia, e il sottosegretario di Stato alla Cultura Antimo Cesaro.

Tra i premiati Paolo Giulierini (direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli), Gabriel Zuchtriegel (direttore del Parco Archeologico di Paestum), Gennaro Rispoli (direttore del Museo delle Arti Sanitarie agli Incurabili), Andrea Viliani (direttore del Museo MADRE), Pierpaolo Forte (presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti contemporanee), Lina Sastri (attrice, cantante, regista), Anna Maria Minicucci (direttore generale dell’Azienda ospedaliera Santobono-Pausilipon), Vincenzo Staiano (responsabile della pizzeria “’O zi’ Aniello), Lorenzo Mazzeo (avvocato), Gianni Pignatelli (imprenditore), Salvatore Naldi (imprenditore).

Novità di quest’anno il Premio #Vivinapoletano, pensato in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Napoli, presieduta da Amedeo Manzo, come riconoscimento per chi si sente “napoletano dentro”, e lo è in tutte le sue azioni. In questa prima edizione sarà premiato Ugo Cilento, patron della storica Maison Cilento, sartoria di pregio attiva a Napoli dal 1780.