Vaticano, Pietro Parolin: “Per lo ius soli la decisione spetta alla politica”

“E’ importante dialogare anche all’interno della Chiesa”. Cosi’ il Segretario di Stato Vaticano, card. Pietro Parolin, commenta la lettera di un gruppo di studiosi che accusa il Papa di eresie. “Le persone che non sono d’accordo esprimono il loro dissenso ma su queste cose si deve ragionare, cercare di capirsi”, ha detto a margine della conferenza di Aiuto alla Chiesa che Soffre sui cristiani in Iraq.

 “La Santa Sede ha gia’ risposto, – ha aggiunto – mi atterrei ai testi pubblicati”. “Io ribadisco i principi di accoglienza e integrazione per i migranti, poi tocchera’ alla politica italiana decidere e mi sembra che il dibattito sia molto acceso”, ha così risposto il Segretario di Stato Vaticano, a chi chiede un commento sul dibattito sullo ius soli.

 “Per il momento non ci sono piani”. Cosi’ il cardinale Pietro Parolin ai giornalisti che hanno chiesto se sia in programma un viaggio di Papa Francesco in Iraq. “C’e’ un grande desiderio dei cristiani e dei vescovi iracheni – ha detto – che il Papa possa visitare l’Iraq anche per favorire la riconciliazione. Ma per il momento non ci sono piani concreti”.