Il docufilm ‘Spes contra Spem’ di Ambrogio Crespi proiettato in tutto il mondo

Grande successo internazionale per il docufilm ‘Spes contra Spem – Liberi dentro’ del regista Ambrogio Crespi. , prodotto da Index Production insieme a Nessuno Tocchi Caino.

Il docufilm dopo esser stato proiettato in moltissime sale italiane ma anche in istituti di pena, e dopo aver partecipato alla 73esima edizione della Biennale di Venezia,   e al Festival di Roma, sta facendo il giro del mondo dall’Inghilterra, alla Germania, al Giappone, all’America. 

SPES CONTRA SPEM – LIBERI DENTRO / VIDEO

Il docufilm è stato girato all’interno del carcere di Opera con 9 ergastolani ostativi, intervistati da Sergio D’Elia ed Elisabetta Zamparutti. La pellicola è stata realizzata in tre giorni di riprese nella struttura milanese. Un docufilm sull’ergastolo che offre una prospettiva unica sul senso della pena e della sua espiazione. La vita in carcere raccontata senza buonismo ne’ posizioni ideologiche.

‘Spes contra Spem’ pone attraverso la voce del condannato e dell’amministrazione penitenziaria la prospettiva, il senso della pena e la sua espiazione.

“Un manifesto contro la criminalità”, così è stato definito il docufilm dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

“Questo film è un grande lenzuolo bianco contro la mafia”, utilizzando le parole di Giovanni Falcone, anche il direttore siciliano del carcere di Opera ha commentato il docufilm di Crespi.