San Leucio, tutto pronto per la Biennale contemporanea: il tema è ‘Terra Madre’

 Si svolgera’ dal primo al 21 ottobre prossimi la Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio. L’evento, organizzato dalle citta’ di Caserta e Casagiove, in collaborazione con l’associazione di promozione sociale WebClub, diretto da Gianpaolo Coronas, vedra’ una prima inaugurazione domenica primo ottobre alle ore 17,30 nel Real Sito Borbonico di San Leucio, complesso monumentale patrimonio Unesco, ricadente nel Comune di Caserta. Il secondo opening sara’ il 7 ottobre alle 18,30 al Quartiere Militare Borbonico di Casagiove, location che ospitera’ gli eventi collaterali. Sette sono le sezioni in cui e’ articolata la Biennale: “Tributo a Mark Kostabi”, “Omaggio al maestro del fuoco Bernard Aubertin”, “Campania Semper Felix”, “Identita’”, “Passione del Colore”, “International Exhibition” e “Italian Project”. Per quest’ultima sezione gli artisti possono ancora candidarsi per prendere parte all’evento, ma verranno selezionati dal comitato scientifico. La Biennale nasce dalla collaborazione tra il Comune di Caserta e quello di Casagiove e rientra nell’ambito di un protocollo d’intesa siglato tra i due Comuni, avente come oggetto la realizzazione di progetti di valorizzazione turistico-culturale dei siti borbonici. Il tema principale della Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2017 e’ “Terra Madre”, la riscoperta dell’amore per la natura e del patrimonio artistico-culturale che attraversa il fascino delle conoscenze, il confronto e l’esaltazione delle differenze, unendo passato e presente in un viaggio fatto di emozioni, bellezza e cultura. L’obiettivo e’ quello di promuovere le arti visive, dalla pittura alla scultura, al design, alle installazioni, alla fotografia, alla grafica digitale, alla video-art e all’arte ecosostenibile, con un’attenzione pero’ anche alla danza, alla musica, al teatro, ai luoghi e alle eccellenze territoriali. Per questo la Biennale si articolera’ in sezioni.