Ballottaggi, Matteo Salvini: “Io pronto a guidare il centrodestra”

 “Pronto” per la guida del centrodestra, “non lo dico per me, ma per la squadra. Se poi si trovera’ qualcuno migliore ben venga”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini in un’intervista pubblicata sul Messaggero e sul Mattino sul post ballottaggi. Berlusconi “lo danno sempre per morto ma c’e’ sempre. Ha fatto tanto dal punto di vista politico, imprenditoriale e sportivo. E’ stato il numero uno e vuole continuare a fare il numero uno. Ragioneremo insieme, non mi incaponisco sulle primarie”, dice Salvini. A Forza Italia, prosegue, non chiede “piu’ assegni in bianco. Non e’ piu’ il ’94. I cittadini vogliono chiarezza. Innanzitutto il centrodestra faccia una sua proposta sulla legge elettorale. Ripartiamo dal maggioritario. Il Pd porti la legge in Senato: bastano tre righe e l’approviamo in una settimana”. Un patto con Berlusconi e’ possibile: “Si parta dal lavoro e dall’abolizione della legge Fornero. Abbiamo proposto la flat tax. Berlusconi la vuole al 23%? Basta essere chiari con i cittadini. L’importante e’ farsi sentire con l’Europa, a partire dal no al patto di stabilita’. Sui migranti Fi e’ troppo cauta. La Marina italiana deve salvare tutti ma poi riportarli indietro. Berlusconi e’ disposto a questa battaglia?”. E ancora: “Berlusconi deve scegliere tra me e la Merkel. E comunque si puo’ rimanere anche nel Ppe ma dipende come: Orban l’anno scorso ha concesso l’asilo solo a 500 persone”.