Legge elettorale, Francesco Boccia: “Via capilista e premio a coalizione”

 “Non so quali siano le fonti PD che stanno auspicando uno slittamento a maggio del dibattito in commissione sulla legge elettorale; se dovessero coincidere con i sostenitori della mozione Renzi, chiediamo ancora una volta chiarezza. Nel PD tutti avremmo voluto il Mattarellum ma i numeri non ci sono, e’ inutile essere ipocriti continuando a perder tempo”. Lo afferma Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera e sostenitore di Michele Emiliano al congresso. “Per la mozione Emiliano – prosegue Boccia – sulla legge elettorale la posizione e’ chiara: via i capilista bloccati e coalizioni prima del voto e non dopo; quindi premio di maggioranza anche alle coalizioni oltre che alla lista per chi decide di costruire una coalizione. Chi e’ contrario, vuol dire che non ha la volonta’ di trovare alcun accordo sulla legge elettorale”. “E da oggi – afferma ancora Boccia – e’ evidente che questa posizione sull’eliminazione dei capilista bloccati e le coalizioni di centrosinistra coincide anche con la proposta della mozione Orlando. Quali sarebbero le fonti PD che chiedono lo slittamento a maggio?”.