Chi non è mai stato ansioso?  

 

 

Ansia uguale Emozione! Emozione che si presenta con sensazioni di preoccupazione, tensione, tachicardia, sudorazione, aumento della pressione sanguigna, vertigini/capogiri… Chi non ha mai provato uno di questi sintomi almeno una volta nella vita? Chi non è mai stato ansioso?

La parola ansia viene dal latino “angere” cioè “stringere”. Questo termine “stringere” spiega molto bene la sensazione e il vissuto di disagio di chi sperimenta per una volta, o in particolari situazioni, l’ansia.

L’emozione ansia parla di costrizione, di imbarazzo, di incertezza sul futuro. L’ansia è uno stato caratterizzato da sentimenti di paura e di preoccupazione non connessi, almeno apparentemente, ad alcuno stimolo specifico, diversamente dalla paura che presuppone un pericolo oggettivo.

Lansia non è necessariamente una sensazione “cattiva”, ma al contrario ha un ruolo adattivo. L’ansia aiuta ad individuare minacce future, progettando ipotetici scenari nei quali si potrebbe essere coinvolti.

Un pizzico d’ansia è ammisibile ad esempio prima di un esame!

Tuttavia quando l’ansia travalica dai suoi aspetti adattivi va a disconnettere il funzionamento psicosociale dell’individuo. La sintomatologia ansiosa, che si manifesta con maggiore intensità è quella riscontrabile nel disturbo di panico.

Un attacco di panico disconnette la persona dal suo abitudinario stile di vita, generando tachicardia, palpitazioni, aumento della sudorazione, tremori, sensazione di soffocamento, fastidio al petto, sensazioni di vertigine, di “testa leggera” o di svenimento, brividi o vampate di calore, paura di perdere il controllo o “impazzire”, paura di morire!

Come si combatte l’attacco di panico? 

Un “consiglio in punta di piedi” è di non confondere “google” con  un professionista che lavora in scienza e coscienza! C’è la necessità di rivolgersi ad uno specialista perchè le emozioni non possono essere generalizzate, e il vissuto di un essere umano è solo suo!

Si prova a dialogare con le emozioni, in generale, e si cerca, nel caso dell’ansia, di migliorare la  capacità di tollerare, accettare e affrontare l’incertezza della quotidianità!