Papa Francesco a ‘Uno Mattina’: “Che sia un Natale davvero cristiano”

Telefonata in diretta e a sorpresa di Papa Francesco, questa mattina, alla trasmissione di Rai 1 ‘Uno Mattina’. Il Papa ha fatto gli auguri di un “Natale cristiano” a tutti gli italiani, suscitando sorpresa e commozione nei conduttori della trasmissione. Il Pontefice ha augurato un “Natale cristiano, come fu il primo” quando, ha detto, “Dio sovvertì l’ordine del mondo all’insegna della ‘piccolezza’ e facendosi Egli stesso ‘piccolo'” tra gli uomini. Un vero Natale, ha detto il Papa, contrapposto al Natale del “Dio denaro”.

“Dio ha scelto di nascere piccolo, perché ha voluto essere amato. Ecco come la logica del Natale è il capovolgimento della logica mondana, della logica del potere, della logica del comando, della logica fariseistica e della logica causalistica o deterministica”, ha detto poi papa Francesco nel suo discorso ai cardinali e ai superiori della Curia Romana, ricevuti nella Sala Clementina per gli auguri natalizi.

“Non sono le rughe che nella Chiesa si devono temere, ma le macchie!”, ha proseguito il Papa nel suo discorso alla Curia Romana, dedicato al tema della riforma. “E’ necessario ribadire con forza che la riforma non è fine a sé stessa, ma è un processo di crescita e soprattutto di conversione. La riforma, per questo, non ha un fine estetico, quasi si voglia rendere più bella la Curia; né può essere intesa come una sorta di lifting, di maquillage oppure di trucco per abbellire l’anziano corpo curiale, e nemmeno come una operazione di chirurgia plastica per togliere le rughe”.