Papa Francesco: ‘Per Natale lasciamo gli idoli del successo e del potere’

 “Il Natale – ha ricordato il Papa durante l’Angelus recitato dallo studio su piazza San Pietro – e’ un giorno di grande gioia anche esteriore, ma e’ soprattutto un avvenimento religioso per cui e’ necessaria una preparazione spirituale”.

Occorre “un cambiamento della nostra vita, cioe’ una conversione”: “si tratta di lasciare le strade, comode ma fuorvianti, degli idoli di questo mondo: il successo a tutti i costi, il potere a scapito dei piu’ deboli, la sete di ricchezze, il piacere a qualsiasi prezzo. Si tratta di lasciare questi atteggiamenti che sono del diavolo, – ha detto ripetendone l’elenco – e di aprire invece la strada al Signore che viene: Egli non toglie la nostra liberta’, ma ci dona la vera felicita’. Con la nascita di Gesu’ a Betlemme, e’ Dio stesso che prende dimora in mezzo a noi per liberarci dall’egoismo, dal peccato e dalla corruzione”.

Il Regno di Dio, ha ricordato, non riguarda solo l’aldila’, dobbiamo viverlo nel presente, “stabilendo la signoria di Dio sulla nostra storia”.

“Questa parola e’ molto importante: ‘il Regno di Dio e’ in mezzo a voi’, dice Gesu’ a Giovanni, e Giovanni annuncia questo, che Gesu’ dira’ dopo: ‘il Regno di Dio e’ venuto, e’ arrivato in mezzo a voi, e’ il messaggio centrale di ogni missione cristiana”. Lo ha detto il Papa in un inserto a braccio prima di recitare l’Angelus, aggiungendo che “quando un missionario, un cristiano va ad annunciare Gesu’ non va a fare proselitismo come se fosse un tifoso che cerca per la sua squadra piu’ aderenti, no, – ha ribadito il Papa – no, va semplicemente ad annunciare ‘il Regno di Dio e’ in mezzo a voi’ e cosi’ prepara la strada all’incontro di Gesu’ con il suo popolo”.

 “Arrivederci a giovedi’ per la festa di Maria Immacolata. In questi giorni preghiamo uniti chiedendo la sua materna intercessione per la conversione dei cuori e il dono della pace. E per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Buon pranzo”. Così il Papa congedandosi dai fedeli dopo aver recitato l’Angelus dallo studio su piazza San Pietro.

L’otto dicembre, festa dell’ Immacolata, i papi per tradizione si recano a pregare sotto la colonna che sorregge la statua della Madonna, in piazza Mignanelli, adiacente piazza di Spagna. Si tratta di un appuntamento caro ai romani. Subito prima papa Bergoglio, invitando a un “buon cammino di Avvento”, ha ricordato che questo periodo e’ un “preparare le strade di Gesu’, convertirci”.