Roma, Pd attacca i grillini: “Un unico filo lega Paola Muraro a Virginia Raggi? Luigi Di Maio chiarisca”

Non si placa il botta e risposta tra Partito Democratico e M5S sulle vicende romane.
A suon di post, tweet, note stampa e querele, lo scontro si acuisce sempre più. I dem chiedono chiarimenti sullo stretto rapporto che lega l’assessore capitolino Paola Muraro alla sindaca di Roma Virginia Raggi.
“Nella vicenda Muraro è un susseguirsi di personaggi che sembrano legati da un filo unico. Su alcuni di essi o forse su tutti, Grillo e il M5s hanno investito politicamente e ora devono fornire chiarimenti”. Così Ernesto Carbone della segreteria Pd, aggiungendo: “La Raggi alla guida della Hgr, società dell’allora segretaria di Panzironi, quella Gloria Rojo che è attualmente nello staff della stessa Muraro la cui posizione è sempre più controversa”.
“Emerge un quadro sempre più opaco del Campidoglio, un grumo di potere – ha attaccato ancora l’esponente Pd – che si perpetua da tempo sulla pelle dei romani alla faccia della trasparenza. Un coacervo di interessi opachi che i 5 stelle sembrano aver accolto con le nomine della giunta capitolina e che difendono in tutte le maniere. Grillo, Di Maio e Di Battista devono spiegare. Oppure faranno come a Quarto?”.
Sulla questione a gamba tesa anche  Giuseppina Maturani, vicepresidente del Gruppo Pd al Senato, che in una nota afferma: “Oggi sui quotidiani apprendiamo nuovi inquietanti particolari che riguardano il passato e il presente della
Muraro. Avevamo già appreso, nei mesi scorsi, che Virginia Raggi è stata presidente di un Cda di una società, tale Hgr, il cui azionista di maggioranza era Gloria Rojo, una fedelissima di Panzironi, l’uomo di Alemanno, venuta alle cronache per la vicenda parentopoli in Ama”.
“Oggi ancora di più si conferma che siamo davanti a un grumo di potere che si autoprotegge e prospera, un’opacità di intrecci e rapporti che spiega come mai Muraro e Raggi siano legate a doppio filo, simul stabunt, simul cadent. Altro che trasparenza”, conclude la senatrice Maturani nella nota.