Roma, tragedia sfiorata: crolla palazzina a Ponte Milvio

 Tragedia sfiorata a Roma: una palazzina di quattro piani è parzialmente crollata (LE FOTO) in via della Farnesina, nella zona di Ponte Milvio (LA MAPPA). Non ci sono vittime né feriti dal momento che la palazzina era stata fatta evacuare nella serata di ieri dai vigili del fuoco. All’origine del crollo potrebbero esserci state delle infiltrazioni d’acqua sotterranee: è una delle ipotesi al vaglio dei vigili che stanno ancora effettuando verifiche. Sul posto stanotte polizia, carabinieri e protezione civile comunale. Sono 110 le persone evacuate. La zona è distante pochi chilometri da quella del palazzo semicrollato sul Lungotevere Flaminio, nel gennaio scorso (LE FOTO).

palazzina-2

   Le indagini – La Procura di Roma ha avviato una indagine. I pm capitolini, coordinati dal procuratore Giuseppe Pignatone, procedono per il reato di crollo colposo. A piazzale Clodio si attende una prima relazione delle forze dell’ordine intervenute.

   Il Comune al lavoro – Sul posto è arrivata in mattinata Virginia Raggi: “Cercheremo di capire le cause della tragedia ma per il momento dico che non lasceremo sole le famiglie colpite da questa tragedia”. Raggi rinvia dunque di un giorno la sua partecipazione alla kermesse M5s ‘Italia 5 stelle’, trattenuta a Roma per il crollo della palazzina a Ponte Milvio. Il Campidoglio, oltre a lavorare sull’assistenza alle famiglie, è impegnato anche per verificare i motivi del crollo. La sindaca dovrebbe tornare sul posto del palazzo crollato in giornata.

 Cosa è accaduto ieri – Già nella mattinata di ieri i vigili del fuoco avevano effettuato un sopralluogo nei pressi del palazzo semicrollato, che si trova vicino alla chiesa Gran Madre di Dio, non molto distante dalla sede del Ministero degli Esteri. Nel corso del sopralluogo erano state riscontrate lesioni e fessurazioni dello stabile e si era deciso di monitorare la situazione. Nella serata le lesioni si sono aggravate e i vigili hanno deciso di evacuare non solo il palazzo ma anche alcuni stabili adiacenti.

Le accuse dei condomini: “Ci avevano detto di restare” – Era stato dato l’ordine di evacuazione ”solo ad una parte dei condomini che abitavano nel palazzo parzialmente crollato”, riferiscono gli stessi abitanti del palazzo ribadendo più volte che l’ordine di sgombero aveva riguardato gli inquilini del lato dello stabile che è rimasto in piedi e non di quello che è crollato.

Fonte: Ansa