Istat, prezzi: ecco le 16 città in deflazione

A luglio sono 16 le grandi città italiane in deflazione, due in più rispetto a giugno. Lo comunica l’Istat nei dati definitivi, dove registra comunque segnali di attenuazione delle dinamiche deflazionistiche registrate nella prima parte dell’anno.

La flessione dei prezzi si riduce nel Nord Ovest (-0,3%, da -0,6% del mese precedente) e nelle Isole (-0,1%, era -0,3% a giugno), nel Centro e nel Sud si azzera (era rispettivamente pari -0,3% e -0,1% a giugno). Nel Nord-est, infine, si assiste a un’inversione delle tendenza (+0,1%, da -0,1% di giugno).

Tra le città Milano registra ancora la flessione più ampia (-0,6%, in attenuazione dal -1% di giugno). Seguono Ancona, Bari e Potenza (-0,5% per tutti e tre i capoluoghi di regione) e Palermo e Reggio Calabria (-0,4%).

A Roma, invece, il calo si ferma al -0,2%. I prezzi continuano ad aumentare invece soprattutto a Parma e Livorno (+0,6% per entrambe), Verona (+0,5%), Bolzano e Trieste (+0,4% per entrambe).