Forza Italia, Silvio Berlusconi vuole Stefano Parisi: nuovo summit a Arcore

Silvio Berlusconi ha convocato un nuovo confronto con i vertici di Forza Italia per fine settimana ad Arcore. Il summit verterà sulla possibile investitura all’ex candidato sindaco di Milano Stefano Parsi a coordinatore/federatore del centrodestra.

L’ex ad di Fastweb ha iniziato a tessere la sua rete di contatti con l’obiettivo di federare il centrodestra, infatti lui stesso parla di “liberal-popolari”.

Week-end intenso per Parisi: sabato mattina era presente al convegno della summer school a Tarmina organizzata da Maurizio Lupi, mentre in serata ha preso parte alla festa nazionale della Lega e insieme al senatore Roberto Calderoli hanno intrapreso una conversazione sulla riforma costituzionale;  domenica a Milano era al “Comitato per il No”.

All’interno di Forza Italia frenano ma il leader forzista ha deciso, assicurano fonti interne.
I big azzurri insistono che la priorità è quella di mandare a casa Matteo Renzi, facendo fronte comune contro il no alla riforma costituzionale.
Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti,  ha rilasciato un’ intervista al Corriere della Sera, nella quale si denota una chiusura alla leadership all’ex direttore generale di Confindustria.“A Forza Italia non servono rivoluzioni. Il leader resta Silvio”, tuona il consigliere politico del Cav.
Maurizio Gasparri, altro big del partito azzurro, ha rilasciato dichiarazioni in merito alla vicenda:”Con Parisi ho parlato ieri non mi pare di aver capito che abbia intenzione di fare le due diligence di Forza Italia. Io non credo che la premiership scaturisca da un pranzo”.
Parole di aperture invece dall’onorevole Stefania Prestigiacomo, ex ministro all’ambiente e alle pari opportunità, che ritiene l’ex ad di Fastweb sia “una risorsa. Il partito-azienda è stato un successo”.
Anche Angelino Alfano apre a Forza Italia e al modello Milano incarnato da Stefano Parisi a patto che sia fuori dal progetto Matteo Salvini.