Banche, ministro Padoan: “Nonostante crisi, stato di salute sistema bancario solido”

Lo stato di salute del sistema bancario, nonostante gli anni della crisi, “rimane solido e il problema delle sofferenze sarà affrontato ordinatamente nel tempo. I risultati degli stress test” potranno evidenziare “singoli casi di particolare attenzione” ma non di criticità “del sistema”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al question time alla Camera assicurando che il governo “segue con attenzione” la situazione “in stretto contratto con le autorità europee”.

Il secondo trimestre del 2016 si è chiuso con una crescita congiunturale dello 0,1/0,2%, con un rallentamento legato alla “debolezza delle economie emergenti e con l’incertezza per l’esito del referendum sulla Brexit”. E’ la cifra fornita dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, al question time alla Camera. L’effetto Brexit, ha proseguti, sarà esaminato “in dettaglio nella Nota di aggiornamento del Def” in cui sarà delineato il nuovo quadro macroeconomico. Seguirà la legge di stabilità in cui il governo continuerà “il programma di crescita e consolidamento”.

Fonte: Ansa