Ricovero Silvio Berlusconi, il medico Alberto Zangrillo: serve intervento per sostituzione valvola aortica

In conferenza stampa dall’ospedale San Raffaele di Milano Alberto Zangrillo, medico di Silvio Berlusconi, spiega che il leadre forzista dovrà subire “la sostituzione della valvola aortica con un intervento cardiochirurgico convenzionale”. 

Zangrillo fa sapere che già nel pomeriggio di domenica 5 giugno Berlusconi ha avuto uno scompenso cardiaco e solo dopo aver votato si è recato nel nosocomio milanese per “accertamenti  mirati al distretto cardiovascolare sono proseguiti fino alla giornata di ieri quando si sono conclusi. E ci hanno consentito di identificare, in modo assolutamente esatto e certo, una patologia della valvola aortica che si chiama insufficienza aortica di grado severo”.

“C’e’ un unico modo per correggere la insufficienza aortica di grado severo che ha colpito Silvio Berlusconi ed è l’intervento cardiochirurgico che sarà fatto dal professore Ottavio Alfieri la settimana prossima e durerà quattro ore”, aggiunge Zangrillo.

“La vitalita’” di Silvio Berlusconi dopo l’intervento cardiochirurgico “sara’ meglio di prima”, conclude Zangrillo.