Parte il tour di Clementino: ecco tutte le date

Clementino torna in tour con uno show in tre atti e molti ospiti: dopo una prima data a Perugia, venerdì 24 giugno il rapper campano arriverà al Market Sound a Milano con il suo ‘Ultimo Round tour’ in compagnia di Salmo, Noyz Narcos, Ensi e Rocco Hunt. “Sarà un’occasione speciale, perciò ho voluto accanto alcuni artisti con cui ha fatto featuring, e uno con cui sono cresciuto fra le gare di freestyle come Ensi: dieci anni fa ci dividevamo i premi come miglior freestyler, ora stiamo insieme sul palco”, racconta Clementino all’ANSA.

L’idea di uno spettacolo nuovo e ambizioso ha un’origine precisa: “L’anno scorso ci hanno premiato con l’OnStage Award come miglior tour rap: dovevamo tenere alto lo standard, e se un anno fa ero in tour con Fabri Fibra e Marracash, quest’anno ho chiamato altri amici che mi raggiungeranno oltre che a Milano anche a Roma e a Napoli”. La divisione in atti a mo di spettacolo teatrale, spiega Clementino, permetterà all’artista di passare dai successi del suo repertorio, come ‘O’ vient’, ‘Amsterdam’ e ‘Pianoforte a vela’ tratti dall’album ‘Mea culpa’, fino a brani più recenti, come ‘Quando sono lontano’, portato in gara all’ultimo festival di Sanremo, il tutto con il  costante accompagnamento del dj e producer TY1 alla consolle. La novità sta in un progetto visuale che accompagnerà le tracce, fra design grafici concettuali e frammenti di videoclip. “Bisogna stare sempre sul pezzo, il segreto del successo del rap è che alla base ha l’innovazione”, spiega l’artista che fu ad esempio fra i primi in Italia a entrare in joint venture con un altro rapper, Fabri Fibra, nel duo Rapstar: “Nel rap game ci sta sempre il gioco di squadra, è l’altra faccia delle mazzate che ci si dà nel freestyle”. E proprio alla gavetta Clementino attribuisce il suo
successo: “Oggi puoi fare numeri pazzeschi in rete, ma a un certo punto la verità viene a galla e se non sei cosciente di quello che fai rischi di crollare dopo essere stato sfruttato”. A margine Clementino commenta anche le polemiche sull’emulazione dei personaggi negativi di ‘Gomorra – La serie’: “Di Napoli uno può guardare ‘Gomorra’ così come i film di Troisi e Siani: è inammissibile pensare di censurare la serie, sarebbe come censurare ‘Scarface’ o ‘Goodfellas’. E’ questione di intelligenza: se vedi ‘Gomorra’ e scendi per strada a sparare sei un deficiente, se lo guardi e decidi di studiare cinema è una giusta emulazione”. Clementino sarà in tour in tutta Italia fino a settembre conun gran finale a Napoli: fra le altre date si segnalano Padova (8/7), Lucca (17/7, festival con Fabri Fibra, Gué Pequeno e Marracash) e Cagliari (4/8, con Gué Pequeno).

Fonte: Ansa