Napoli, sfida finale nelle piazze. De Magistris: “Abbatto le vele”. Lettieri: “Risultati o mi dimetto”

Stesso orario ma due punti diversi della città. Il confronto a distanza tra il sindaco uscente Luigi de Magistris e lo sfidante Gianni Lettieri prosegue anche stasera.

In piazza Dante il primo, davanti la Basilica del Santuario del Carmine il secondo, i protagonisti del ballottaggio – remake di cinque anni fa – chiudono la campagna elettorale lanciando un appello al voto di domenica.

“Quando sarò sindaco, domenica sera, festeggerò perché è anche il mio compleanno e dal 21 si torna a lavorare – afferma sicuro de Magistris –  Mi auguro di firmare come primo atto con il Governo l’abbattimento delle Vele. Segno che noi vogliamo collaborare. Poi se qualcuno vuole mettere le mani sulla città noi la difenderemo come abbiamo fatto a Bagnoli”.

“Entro il 19 giugno 2017 mi impegno a realizzare i seguenti 5 punti – promette Lettieri – : istituzione del Reddito di Sostegno Sociale di 600 euro al mese per 18 mesi per i cinquantenni che hanno perso il lavoro; Risparmio di almeno 1.000 euro per ogni famiglia attraverso il taglio delle tasse locali; Sanatoria di multe e tributi pregressi nei confronti del comune di Napoli; Istituzione di un Corpo speciale di Polizia locale, appositamente addestrato, per il presidio 24 ore su 24 di ogni quartiere; Creazione di almeno 10.000 nuovi posti di lavoro per i giovani”. “Se entro il 19 giugno 2017 – conclude – non avrò mantenuto questi 5 impegni mi dimetterò dalla carica di Sindaco”.

Fonte: Omninapoli