Europei 2016, allarme terrorismo: arrestato giovane francese pronto a quindici attentati

In vista degli Europei 2016, in Ucraina, è stato arrestato un giovane francese che preparava diversi attentati, così come riferiscono i servizi segreti di Kiev.

Sarebbe un estremista di destra che voleva attaccare la Francia e la “politica del suo governo per la presenza di stranieri, la diffusione dell’Islam e la globalizzazione”, afferma Vassil Gritsak capo dei servizi segreti ucraini. Il ragazzo è stato fermato lo scorso 21 maggio mentre cercava di oltrepassare la frontiera tra l’Ucraina e la Polonia a bordo della sua utilitaria, portava con sé 125 chili di tritolo.

Il capo dell’intelligence ha spiegato che sistemati grossolanamente nel cofano dell’auto aveva, oltre al tritolo, Kalashnikov, proiettili, lanciagranate, detonatori, passamontagna ed altro ancora. Armi che sarebbero servite ad attaccare una sinagoga, una moschea, aree pubbliche, polizia ed altri luoghi.

Durante il fermo Gregoir M. avrebbe manifestato la sua opposizione allo stato politico francese. Ora gli inquirenti stanno appurando se il sospetto sia un fanatico, un appartenete a qualche gruppo criminale internazionale o ad un’organizzazione terroristica. Si indaga inoltre sul come il giovane francese abbia reperito i fondi per l’acquisto dell’arsenale. Da una perquisizione al suo domicilio sono stati trovati componenti di esplosivi. Dai suoi vicini è stato descritto come un uomo discreto. L’allerta terrorismo  in previsione dell’inaugurazione di Euro 2016 rimane alta così che a quattro giorni dal fischio d’inizio il prefetto di Parigi Michel Cadot annuncia l’impegno di utilizzare ulteriori rinforzi.

“Siamo preparati al massimo delle nostre possibilità”, ha affermato Cadot ma non significa che i rischi siano zero. “Non c’è una minaccia specifica, – ha proseguito – ama visto il conflitto e i suoi sviluppi in Siria e in Iraq, vista la posizione della Francia il rischio è elevato”.

Conferme ufficiali infatti non ce ne sono. La paura del terrorismo non sembra aver fermato i tifosi in viaggio per assistere agli Europei.