Mara Carfagna (Fi): “Napoli è la sprecoli di de Magistris”

“Non ci sono le sedie per i bambini negli asili, negli uffici pubblici manca tutto, compreso la carta igienica e la giunta di Napoli ha speso migliaia di euro per rifare poltrone, divani, rivestimenti nei suoi “palazzi”, per pagare staff, eventi e altre cose assolutamente non parametrate nè accettabili in questi tempi di crisi”. Lo dice Mara Carfagna, portavoce dei deputati di Forza Italia e candidata al consiglio comunale di Napoli.

“I dati sugli sprechi di questa amministrazione, quelli stessi che Gianni Lettieri ha diffuso poco fa – aggiunge – sono la nuova ed ennesima dimostrazione che a giugno bisogna affidare la città ad altre mani”.

Per Carfagna, fa effetto leggere “i veri costi della sua amministrazione: ogni napoletano paga 120 euro per mantenere gli organi politici e istituzionali, cinque volte in più di quanto paga, per esempio, un milanese (23 euro), a fronte di una offerta di servizi molto più bassa. Tutti gli organi istituzionali, dal Quirinale in giù, si sono impegnati a fare tagli ai costi di gestione, senza intaccare il livello dei servizi offerti: saremo noi, da giugno in poi, a portare l’efficienza a Palazzo San Giacomo, documentando ogni minima spesa, potendo contare sulle indiscusse capacità imprenditoriali del nostro candidato e futuro sindaco”.