Germania della Merkel limita prestazioni sociali ai cittadini europei

Nella Germania di Angela Merkel qualcosa potrebbe cambiare. Il governo vorrebbe limitare le prestazioni sociali ai cittadini dell’Ue che vivono in Germania. Lo ha detto il ministro del Lavoro Andrea Nahles (Spd). In base alla proposta che Nahles presenterà a breve in Consiglio dei ministri per l’approvazione, i cittadini Ue saranno in futuro esclusi dalle prestazioni garantite dal pacchetto Harz-IV (che riguarda tra l’altro il sussidio di disoccupazione) e dagli aiuti sociali qualora non lavorino in Germania e non abbiano maturato diritti dall’assicurazione sociale, che si acquisiscono dopo 5 anni di lavoro senza aiuti dallo Stato. Stando all’agenzia federale tedesca del lavoro ben 440.000 i cittadini dell’Ue ricevono al momento in Germania prestazioni sociali dallo Stato.

(fonte foto: Infostormer)