Vaticano, dal decentramento alle caratteristiche della Curia: questi i temi su cui lavora il C9

La curia come strumento di evangelizzazione, il decentramento, il ruolo delle nunziature, la selezione del personale di curia affinche’ sia meno clericale, piu’ internazionale e piu’ giovane sono i temi su cui ha lavorato il C9 dei cardinali per la riforma nella sua XXI sessione cominciata lunedi’ scorso. Il Papa, dato il viaggio in Colombia, ha partecipato alle riunioni di martedi’ e di oggi. La prossima sessione e’ fissata per l’11, 12 e 13 dicembre. Lo ha riferito ai giornalisti il direttore della sala stampa vaticana Greg Burke. Circa le dichiarazioni del segretario del sinodo mons. Marcello Semeraro sul fatto che la riforma e’ giunta ai 3/4 del suo compito, Burke ha precisato che il riferimento e’ al progetto di nuova costituzione e ai testi che i cardinali stanno consegnando al Papa, e “l’idea non e’ che la riforma sia finita”. Burke, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha precisato che il tema della “diaconia non e’ scomparso” dalla attenzione dei cardinali e che durante questa sessione non c’e’ stato il consueto aggiornamento sui temi economico finanziari: “immagino si fara’ in futuro”.

[], [], []