Papa all’ordine belga dei Fratelli della Carita’: basta eutanasie a malati mentali

Papa Francesco ha dato ordine al ramo belga dell’istituto religioso dei Fratelli della Carita’ di porre fine entro agosto alla pratica di offrire l’eutanasia verso pazienti psichiatrici nelle proprie strutture.

L’ordine, trasmesso al superiore generale della congregazione religiosa, fra’ Rene’ Stockman, dal dicastero vaticano per la Vita consacrata, in caso di mancata adesione potrebbe essere preludio per severi provvedimenti canonici, fino alla scomunica.

Lo stesso Stockman ha detto alla Cns, agenzia dei vescovi americani, che il Papa ha approvato personalmente l’intimazione di interrompere entro agosto i propri metodi, inviata all’ordine religioso che in Belgio gestisce 15 centri per pazienti psichiatrici. I religiosi che fanno parte del consiglio del Gruppo Fratelli della Carita’, l’organizzazione che gestisce i centri psichiatrici, devono anche firmare tutti una lettera al superiore generale dichiarando che essi “sostengono pienamente la visione del magistero della Chiesa cattolica, che ha sempre confermato che la vita umana deve essere rispettata e protetta in termini assoluti, dal momento del concepimenti fino alla sua fine naturale”.

I fratelli che rifiuteranno di firmare la dichiarazione andranno incontro a sanzioni sotto il profilo canonico, mentre il gruppo puo’ attendersi di andare incontro ad azioni legali e anche all’espulsione dalla Chiesa in caso di mancato cambiamento dei suoi metodi. “Il gruppo – ha aggiunto Stockman – non deve piu’ considerare l’eutanasia, in ogni circostanza, come una soluzione per le sofferenze umane”.